Explicit / Idee

L’ardore delle ragazze riempirà le chiese

IL 87 16.12.2016

Scenari personali / 2017: il diaconato femminile. Il Cattolicesimo dovrebbe aprire alle donne, senza alcuna riserva. Accoglieteci papi e cardinali, non abbiate paura

«Non si conceda mai la parola alle Signore, benché rispettabili e pie. Se alcuna volta i Vescovi crederanno opportuno di permettere adunanze di sole Signore, queste parleranno sotto la presidenza e sorveglianza di gravi persone ecclesiastiche» (Acta Sanctae Sedis, 37). Così impose Pio X nel 1904. Poco simpatico il pur Santo Padre. «D’altronde, il fatto che Maria Santissima, Madre di Dio e della Chiesa, non abbia ricevuto la missione propria degli Apostoli né il sacerdozio ministeriale mostra chiaramente che la non ammissione delle donne all’ordinazione sacerdotale non può significare una loro minore dignità né una discriminazione nei loro confronti, ma l’osservanza fedele di un disegno da attribuire alla sapienza del Signore dell’universo» (Ordinatio Sacerdotalis). Questo ha ribadito Giovanni Paolo II nel 1994 in una lettera apostolica che dichiara conclusa la questione dell’ordinazione sacerdotale delle donne. Che peccato! Davvero un peccato che ottimi papi come Giovanni Paolo II si siano ostinati nel proibire il sacerdozio alle donne; immaginatevi l’ardore delle ragazze quando dal pulpito si scaglieranno contro le violenze e le omertà, quanta più forza e impeto rispetto ai maschi, che nell’indubbia sapienza indulgono nella temperanza e spesso appaiono stanchi, la stanchezza di duemila anni.
«Gesù Cristo non ha chiamato alcuna donna a far parte dei Dodici», ha scritto la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede. Che interpretazione ineccepibile. Attenzione però alle interpretazioni, ciascuno ha la sua… La mia, e di molti, è che Dio desidera la parola delle donne, Dio le vuole proprio lì, nelle chiese sempre più vuote e tristi, vuole vederle alfine, dopo tanti secoli, con occhi luminosi alzare l’ostia e donarla agli uomini di buona volontà che vi si accostano. L’anno che sta per concludersi ha visto Papa Francesco aprire la possibilità d’istituire una commissione di studio sul diaconato femminile nella Chiesa primitiva per ri-aprire il diaconato alle donne (fino al IV secolo in molte comunità le donne sono state diaconesse).
Quanto tempo ci vorrà per ri-acquisire il diaconato femminile? Non è dato saperlo. E per il sacerdozio? Secoli?
Il mio auspicio per il 2017 è che si legga l’indispensabile libro della teologa Adriana Valerio, Donne e Chiesa (ed. Carocci, 2016), e che la Chiesa Cattolica ascolti l’amato Papa Francesco e faccia anche di più, che apra alle donne, senza alcuna riserva, diaconato, presbiterato e magari episc… Accoglieteci, papi e cardinali, non abbiate paura

Chiudi