Dieci appuntamenti tra gli oltre mille che invadono la città durante la Milano Design Week. Sono quelli a cui non mancheremo

Tra gli oltre mille eventi che riempiono le strade, i laboratori, i negozi, gli uffici, le case di Milano dal 4 al 9 aprile ne abbiamo selezionati 10. Oltre a quelli di cui abbiamo già parlato raccontandovi le vicende di ceramica e vetro di BottegaNove e Salviati. Sono fuori dalle sedi e dai percorsi classici. Sono quelli che sicuramente andremo a vedere

 
filo_2-01
 

1 — Really: progettare materiali per un’economia circolare

Galleria ProjectB, via Maroncelli 7

Angela Moore

Il Solid Textile Board è un nuovo materiale: è costituito dagli scarti industriali e domestici di cotone e lana ed è stato messo a punto da Really, società partecipata dall’azienda danese di tessuti Qvadrat. Max Lamb lo ha utilizzato per una serie di 12 panchine che saranno in mostra accanto a un lavoro di Christien Meindertsma.

kvadrat.dk

 
filo_2-01
 

2 — Fireworks

Studio Binocle, via Giuseppe Colombo 81 A

Jef Jacobs

Massimo De Carlo presenta Fireworks del duo Muller Van Severen, in collaborazione con lo studio di architettura Binocle di Lorenzo Bini. In mostra, una collezione di cinque divisori: Paravents, ovvero pezzi unici progettati dai due designer belgi e realizzati da Emaillerie Belge. Si tratta di fogli di metallo piegati o curvati di varie forme e altezze rivestiti di smalto vetrificato. Muller Van Severen sono presenti anche a Palazzo Litta nella collettiva Belgitude.

massimodecarlo.com

 
filo_2-01
 

3 — New Spring: COS x Studio Swine

Cinema Arti, via Pietro Mascagni 8

Per il marchio di abbigliamento Cos, Studio Swine (cioè l’architetto giapponese Azusa Murakami e l’artista inglese Alexander Groves) ha progettato l’installazione New Spring: una scultura a forma di albero in grado di produrre bolle bianche che si dissolvono se vengono rotte.

studioswine.com

 
filo_2-01
 

4 — Passeggiata: An Airbnb experience of Milan

Casa degli Atellani, Corso Magenta 6

Courtesy of Casa degli Atellani

L’iniziativa di Airbnb, curata da Martina Mondadori Sartogo, si ispira a Trips, la piattaforma che l’azienda lancerà in Italia a fine anno per permettere al proprio pubblico di offrire e trovare esperienze, oltre che alloggi. Il punto di partenza è la quattrocentesca Casa degli Atellani: ospiterà una selezione delle collezioni private di progettisti affermati insieme a pezzi di designer emergenti. Inoltre, sarà il punto di partenza di tour guidati da designer come San Maurizio al Monastero Maggiore con Ashley Hicks, Bar Magenta con Campbell-Rey o la visita al negozio Noberasco 1908 con Sam Baron.

airbnbpasseggiata.eventbrite.com

 
filo_2-01
 

5 — Excavation: Evicted

Fondazione Luigi Rovati, Corso Venezia 52

Mark Cocksedge

La galleria newyorkese Friedman Benda, in collaborazione con Beatrice Trussardi, presenta l’ultimo progetto del designer inglese Paul Cocksedge nella sede della Fondazione Luigi Rovati. Si tratta di un palazzo del XVII secolo che da fine 2018 diventerà il primo museo etrusco privato della città. Sarà visitabile per la prima volta durante i giorni del Salone per poi essere chiuso per i lavori di ristrutturazione in vista dell’apertura del museo.

friedmanbenda.com

 
filo_2-01
 

6 — Wander from Within

Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14

Tim Wong

Una mostra di Adrian Cheng, fondatore di K11 Art Foundation, al suo debutto nel design, in collaborazione con il maestro Shigeru Uchida, scomparso lo scorso anno: cinque pezzi di falegnameria ispirati al rapporto con la natura, haiku, immagini e il prototipo della Sala da Tè di Uchida-san, in cui i due tennero il loro incontro finale per discutere della collezione.

wanderfromwithin.com

 
filo_2-01
 

7 — Talisman, Contemporary Symbolic Objects

Palazzo Clerici, via Clerici 5

46 talismani, opere uniche realizzate da altrettanti designer internazionali: piccoli manufatti misteriosi e preziosi, capaci di racchiudere significati che vanno oltre l’oggetto. Verranno battuti all’asta sabato 8 aprile alle ore 15 nel Salone degli Arazzi di Palazzo Clerici. Il progetto è presentato da IN Residence, a cura di Barbara Brondi e Marco Rainò.

talisman.inresidence.it

 
filo_2-01
 

8 — Foyer Gorani

Piazza Gorani 5/6

claudia zalla

«A design curated piazza for creative minds», recita il sottotitolo. Una nuova piazza (tra via Brisa e via Gorani) per quattro designer: Philipp Weber con i suoi vasi in carbone, Sabine Marcelis con il suo lavoro sulla luce, Sigve Knutson con la ricerca sui materiali, Matteo Cibic con i suoi vasi-nasi (uno per ogni giorno del 2016). Un progetto all’interno del circuito 5Vie, a cura di Federica Sala/Ps.

5vie.it

 
filo_2-01
 

9 — Foundation

Spazio Krizia, via Manin 21

Johanna Seelemann

Andrea Trimarchi e Simone Farresin, cioè lo studio Formafantasma, occupano lo spazio Krizia con una mostra che espone gli oggetti luminosi della collezione Delta per la Galleria Giustini/Stagetti, Galleria O. Roma, gli esperimenti luminosi presentati l’anno scorso per Peep-Hole e una nuova collaborazione con il Textiel Museum di Tilburg. I due designer presentano al Salone anche la loro prima linea di lampade prodotte industrialmente, per Flos.

formafantasma.com

 
filo_2-01
 

10 — Invisible Oulines

Showroom Jil Sander, via Beltrami 5

Lo studio giapponese Nendo presenta una serie di 16 progetti dai confini impercettibili, indefiniti, come i 30 vasi di sottile silicone trasparente immersi in un acquario (Jellyfish Vase) o come Objectextile, in collaborazione con Jil Sander, dove gli scarti di oggetti in 3D sono recuperati e trasformati in tessuto.

nendo.jp
Chiudi