Explicit / Idee

Ma come facciamo a buttarti, 1 bis? C’eravamo tanto amati…

di MAURO MEAZZA
IL 95 20.09.2017

Comma profondo

Il vecchio paio di sci, la racchetta come quella di John McEnroe, il giaccone che è peccato buttarlo che è quasi nuovo: a tutti è capitato di lasciare “per il momento” qualcosa in una cantina per poi ritrovarlo anni dopo, in occasione di un trasloco. Succede anche nella famiglia delle leggi: si vara un grande progetto (da domani si fa sport!), una grande riforma (ci iscriviamo in palestra!), magari dei bei decreti delegati con tante disposizioni attuative (compriamo tutta l’attrezzatura!) e poi tutto cambia. Il progetto viene modificato, altri decreti sostituiscono i primi e così via. E, anni dopo, spunta quel comma dimenticato. È così che è andata per un comma 1 bis, inserito nell’articolo 14 del decreto legislativo 47 del 2000. Era stato scritto per applicare anche alle polizze vita una delle più ambiziose e tortuose invenzioni fiscali di fine secolo: l’equalizzatore. Per spiegarvi cos’era avremmo bisogno di troppa vostra pazienza, quindi vi basti sapere che era una sorta di algoritmo per applicare le imposte sugli investimenti, calcolando i guadagni virtuali che venivano maturati anno per anno. Era così perfetto (!) che toccava pagare le tasse anche se si vendeva l’investimento in perdita.

L’equalizzatore e tutti i suoi annessi furono travolti da una sentenza del Tar nell’agosto del 2001. Peccato per quel comma 1 bis: lo avevano appena scritto, nell’aprile di quello stesso anno, proprio per completare il complicato edificio dell’equalizzatore. Che però, azzoppato dai giudici amministrativi, non fu rimpianto da nessuno. Le norme furono via via modificate e il simil-algoritmo dimenticato. Finché quest’anno, nelle istruzioni al modello 770 e ben nascosto tra le avvertenze per il quadro ST, un rigo (pagina 42, ST38, se volete l’indirizzo) si è ricordato di quel comma 1 bis. Dettando anche delle indicazioni per la corretta compilazione, non si sa bene a beneficio di chi. D’altra parte, quel comma sta ancora lì, inutile ma intatto. In fondo, non è quel che succede anche a noi? La vecchia racchetta, il giaccone seminuovo ci tornano tra le mani, stiamo per buttarli nel bidone, ma poi veniamo colti da un sussulto di nostalgia. Teniamolo, questo comma 1 bis. Un giorno, tanti anni fa, eravamo convinti di averne bisogno. Anzi, gli abbiamo proprio voluto bene.

Chiudi