Festival musicali estivi? Tre proposte: a Cassano Magnago (Woodoo Fest, 18-22 luglio), a Vasto (Siren, 26-29 luglio) o nella capitale finlandese (Flow Festival, 10-12 agosto)

È una scelta complicata, quella del festival musicale estivo a cui partecipare. Si prediligerà la line-up o la location? Il costo del biglietto o la distanza da casa? L’esperienza completa o la fuga dalla metropoli? Noi ve ne consigliamo tre per staccare da ufficio/traffico/caldo.
A Cassano Magnago, tra Milano e Varese, si trova il Woodoo Fest. Più che un festival, una gita fuori porta. Dal 18 al 22 luglio, cinque serate dedicate alla nuova musica italiana con Ghemon, Cosmo, Nitro, Frah Quintale, Willie Peyote, Coma Cose, Populous, Myss Keta, Ketama 126, Frenetik & Orange. In collaborazione con lo storico Circolone di Legnano, l’esperienza è arricchita dalla Street Food Parade per completare la triade del relax: musica, birrette, buon cibo. È una scelta low cost (biglietti da 10 a 20 euro, con abbonamento a 40) per chi vuole prendersi una pausa che duri anche solo una sera.
Il Siren è una delle manifestazioni più suggestive della nostra penisola per la sua capacità di sposarsi con il territorio. I palchi si nascondono nel borgo, nei giardini e tra le spiagge della cittadina abruzzese di Vasto. Gli headliner di questa edizione sono i Public Image Ltd, storica band di John Lydon dopo l’avventura anarchica coi Sex Pistols, e gli Slowdive, splendida creatura che negli Anni 90 ha pubblicato Souvlaki, pietra miliare e gemma dream-pop. Tra gli altri ospiti internazionali troviamo 2ManyDjs, dEUS, Lali Puna e Mouse On Mars. Il Siren, in programma dal 26 al 29 luglio, è sicuramente la proposta per chi vuole godersi un festival di spessore nella splendida geografia italiana, senza spendere troppo (60 euro il costo dell’abbonamento).
L’estate è anche occasione per viaggiare/conoscere/scoprire. Vi consigliamo il Flow Festival, dal 10 al 12 agosto ad Helsinki. Dei tre nominati è il vero festival europeo: sette palchi, 25mila ingressi a giornata, ottima organizzazione nordica, line-up intrigante: Ms. Lauryn Hill, Arctic Monkeys, Kendrick Lamar, Lykke Li, Fever Ray, St Vincent sono gli headliner, ma le possibilità sonore sono davvero varie: Tangerine Dream, Brockhampton, Helena Hauff, Suzanne Ciani, Bonobo, Mura Masa. Ecosostenibile, con particolare attenzione al cibo e al trasporto pubblico, il Flow Festival è un’esperienza totale, in un ecosistema futuristico alla ricerca di nuove sensazioni. Il costo è 195 euro, non resta che prenotare il volo.

Chiudi