Magazine / Glocal

Con Melania affari alle stelle (e strisce)

IL 105 05.10.2018

Dolci, vino, tutto nel suo nome. Grazie alla First Lady (che qui è nata) Sevnica ha trovato la sua America

Negli Stati Uniti, Melania Trump sembra emanciparsi lentamente dall’ombra del marito, ma quando si arriva a Sevnica, le parti si ribaltano. È Melania la star: attorno a lei e al suo nome si è sviluppato un business che sta portando ricchezza e fama a questo paese di 5 mila abitanti della Slovenia sulle rive della Sava. Vino, salami, torte e cioccolato, ogni gourmandise porta il nome della First Lady. Con Melania, Sevnica ha trovato la sua America. E sebbene la bella Melania non abbia mai messo piede in paese da quando Donald Trump è presidente degli Stati Uniti, il numero di turisti in due anni è aumentato del 30 per cento e l’Hotel Ajdovec, unico albergo in città, ha riaperto.

Alla pasticceria Julia sono stati i primi a preparare la torta bianca, colore preferito da Melania. Farcita di mandorle e ricoperta di caramello e cioccolato bianco, Melanija (in sloveno), «è una torta elegante come lei», dicono gli autori. Purtroppo il dolce, come altri prodotti con il suo nome, non ha incontrato il gradimento di Melania, che elegantemente ha chiesto l’aiuto dei legali per difendere il proprio nome. La torta ora si chiama First Lady, con buona pace di Melania e avvocati. Da Kruhek hanno chiamato lo strudel di mele locale «Prva dama» (First Lady), l’hanno guarnito con una M e una bandiera americana e lo vendono a 2 dollari la fetta. Non temono le ire trumpiane alla Pizzeria Rondo che oltre a Melanija, dolce di panna e fragole, hanno nel menu il Presidential Burger, servito con patatine fritte e formaggio che richiama il famoso ciuffo. «First Lady è un vino tenero e gentile», spiega Lojze Kerin, che in tre giorni ha venduto 300 bottiglie a un prezzo due volte superiore a etichette ben più quotate.

Melania funziona. Anche il castello che domina Sevnica ha creato la linea First lady che include salame, fagottini di mele, tè alle erbe locali, cioccolata, praline, tazzine di terracotta, crema per il viso e pure le ciabatte “White House”. La popolarità di Sevnica in Slovenia (e non solo) è alle stelle e il sindaco Srecko Ocvirk spera che, sull’onda di questo successo, si sviluppi un turismo sostenibile, rispettoso dei boschi, apprezzati da queste parti da chi ama pedalare in bicicletta. Per ora, a Sevnica, si lustrano gli occhi increduli guardando il conto in banca. Della famiglia Trump interessa poco altro.

Chiudi