Magazine / Design

Bellissimo, c’è un muflone in salotto

IL 106 14.11.2018

François-Xavier Lalanne, “Mouflon de Pauline”, 2006/2008, in bronzo

Un cabinet in bronzo davvero inaspettato: il “Grand Mouflon De Pauline”, manifesto del surrealismo cult di François-Xavier Lalanne

Guardare il lavoro di Analogia Project, il duo formato dal designer Andrea Mancuso e dall’architetto Emilia Serra, significa affrontare un design quasi surrealista, un filone in cui Claude e François-Xavier Lalanne hanno aperto la strada: «Negli anni Sessanta i Lalanne hanno dato vita a un dibattito sull’arte e sul suo rapporto con il design che li ha portati a progettare le loro celebri sculture funzionali», spiegano Mancuso e Serra, la cui collaborazione inizia in modo informale al Royal College of Art di Londra (dove si sono conosciuti), mentre l’esordio dello studio avviene nel 2011: «Le forme pensate e realizzate dai Lalanne non si limitano a una singola chiave di lettura, ma coinvolgono direttamente chi le guarda.

In questo senso c’è un rimando al nostro primo lavoro di ricerca e di studio, per il quale abbiamo presentato alcuni mobili in lana: un’installazione funzionale che partiva dalle medesime premesse». Il lavoro dei Lalanne si riflette negli obiettivi di Analogia Project: assicurare l’aspetto narrativo dell’oggetto, creando una storia, e influenzare lo spazio nel quale questo oggetto interagisce, in un legame ideale tra funzionalità e presenza. «Ci piacciono tutti i lavori dei Lalanne, dalla poltrona-pecora agli elementi vegetali. Se dovessimo nominare un pezzo che avremmo davvero voluto disegnare noi, il pensiero va immediatamente al muflone». Anche in questo caso, il rimando è evidente: «Colpiscono le parti aperte dell’animale, quasi vivisezionate.

Noi stessi abbiamo lavorato molto sulle figure animali, soprattutto del passato, dalla collezione Bestiary alla più recente Rhyton, o “tavola surreale”, che studia i calici da libagione romani terioformi, realizzati in vetro soffiato dai maestri di Murano».

ANDREA MANCUSO (1982) ed EMILIA SERRA (1973) si sono incontrati al Royal College of Art di Londra nel 2010 e l’anno successivo hanno dato vita al loro studio Analogia Project. Nel corso di questi anni hanno collaborato con gallerie e marchi dell’arredamento, da Camp Design a Fendi, da Luisa delle Piane a Nilufar. Di recente, hanno lavorato con Hermès per la realizzazione delle vetrine dei negozi aperti dalla maison in Giappone
Chiudi