Journal / Orologi

Date un occhio all’arancione

di Matteo Zaccagnino
fotografie di MIMO VISCONTI – F38F
IL 73 21.08.2015

Particolari cromatici e una ceramica sette volte più resistente dell’acciaio. Gli assi del Royal Oak Offshore Diver

Il mare arricchisce di nuovi contenuti l’offerta Audemars Piguet. A rinsaldare questo legame, il nuovo Royal Oak Offshore Diver, nato con l’obiettivo di stabilire uno standard di riferimento nel mondo degli orologi sportivi e da immersione; un segnatempo fuori dal comune, che sposa l’idea di essere sempre affidabile, soprattutto in condizioni estreme. Ecco spiegata la scelta di estendere l’utilizzo della ceramica dalla lunetta alla cassa e alle corone prensili. Proprio il continuo lavoro di ricerca volto a migliorare le performance ha consentito ad Audemars Piguet di mettere a punto un tipo di ceramica che alla prova dei fatti è fino a sette volte più resistente dell’acciaio. Non solo.
Il Royal Oak Offshore Diver è concepito per essere soprattutto pratico e funzionale; e chi pratica immersioni sa bene che la leggibilità è l’aspetto più importante. Proprio per soddisfare questa esigenza, il segnatempo ha un quadrante nero, impreziosito dal tradizionale motivo “Méga Tapisserie”, che si contraddistingue per la presenza di una lancetta luminescente arancione con scala d’immersione riportata sul réhaut girevole, dotato anch’esso di una zona di colore arancione da ore 12 a ore 3. Anche qui il fattore cromatico svolge un ruolo essenziale: l’utilizzo dell’arancione non solo dà un valore aggiunto in termini estetici, ma garantisce una lettura immediata delle informazioni essenziali. L’altra grande novità introdotta riguarda il dispositivo ruotante di preselezione dei tempi posto all’interno della cassa, una funzione questa che tradizionalmente è relegata a una lunetta girevole unidirezionale collocata esternamente. Oltre a rappresentare un notevole sforzo progettuale e tecnico, questa soluzione garantisce una maggiore protezione da urti esterni e permette di ovviare al problema della presenza di granelli di sabbia e salsedine che, col tempo, rendono difficoltoso l’utilizzo della lunetta. La regolazione dei tempi d’immersione avviene azionando una corona esterna, anch’essa impermeabile, posta a ore 10. Studiato per raggiungere una profondità di 300 metri, il Royal Oak Offshore Diver è animato dal calibro di manifattura 3120 movimento meccanico a carica automatica.

Chiudi