Explicit / Idee

Segrate 2050

IL 76 20.11.2015

Cinque esperimenti di fanta editoria

Come sarà la storia del futuro di Mondadori e Rizzoli? Offriamo cinque scenari alternativi, non troppo fantascientifici, di medio termine. Nel 2050:

Ⅰ. Si è realizzato il monopolio: il gigante Mondadori-Rizzoli è salito dal 40 fino al 90% dei libri venduti in Italia ogni anno, ma sono tutte copie degli stessi due titoli: un’autobiografia di Barbara d’Urso e un’inchiesta di Augias, per riequilibrare. Il resto del mercato è suddiviso tra il 9% del gruppo GeMS-Feltrinelli-De Agostini-Adelphi e l’1% delle restanti 5.465 case editrici attive sul suolo italiano (con sede a Roma o a Milano).

Ⅱ. Harper Collins ha comprato Mondadori (nella catena alimentare c’è sempre un pesce più grosso) e messo sotto contratto tutti gli autori italiani presenti sul mercato prima del 2020. La forza letteraria di Baricco e De Carlo però è dirompente, una valanga culturale travolge il colosso americano: nel 2050 gli USA parlano italiano.

Ⅲ. Si è passati dal libro cartaceo a un sistema di stimolazione cerebrale diretta: grazie a un chip sottocutaneo i contenuti sono proiettati direttamente dalla fonte ai ricettori neuronali del lettore. L’intero scibile librario globale sta in una nuvola di proprietà di Google.

Ⅳ. Mentre nel 2050 era ancora in corso il riassetto organizzativo di Mondadori e Rizzoli cominciato nel 2015, il surriscaldamento climatico non ha perdonato: è calata sul pianeta una nuova era glaciale e tutti i libri esistenti sono stati usati come combustibile per riscaldarsi: i cinque milioni di copie dell’ultima autobiografia di Barbara d’Urso stampata da Rizzoli hanno salvato centinaia di vite.

Ⅴ. Non è cambiato assolutamente nulla. 

Letture consigliate:
Giulia Iannuzzi Distopie, viaggi spaziali, allucinazioni: Fantascienza italiana contemporanea Mimesis 2015,  363 pp. 28 €
Gian Carlo Ferretti e Giulia Iannuzzi Storie di uomini e libri minimum fax 2014, 318 pp. 13 €

 

Chiudi