Explicit / Fiction

Dieci novità dagli Usa

IL 77 18.12.2015

Da Elizabeth Strout all’Iraq

Alafair Burke
The Ex
Harper
304 pp. 25,30 €

Burke è una scrittrice di genere. Questo è uno strano impasto di thriller e giallo melodrammatico che sfiora l’introspezione. Ricorda Gone Girl.

Ethan Canin
A Doubter’s Almanac
Random House
576 pp. 26,23 €

Canin è preciso, paziente e discreto. Questo libro è quello che verrebbe fuori se Stoner di John Williams incontrasse Il genio dei numeri di Sylvia Nasar.

Tim Dorsey
Coconut Cowboy
William Morrow
336 pp. 24,36 €

Serge Storm è l’ultimo della lunga serie di investigatori-picchiatori-avventurieri. Divertente, ricorda Hap e Leonard di Joe Lansdale.

Matt Gallagher Youngblood
Simon & Schuster
352 pp. 24,36 €

Il romanzo di un ex militare. L’Iraq e la speranza del ritorno: miraggio tremolante oltre le dune e il fischio dei pezzi d’artiglieria.

Garth Greenwell
What Belongs to You
Farrar, Straus and Giroux
208 pp. 21,55 €

Storia di una spirale amorosa che mette in pericolo le vite delle persone coinvolte. Un esordio potente. Una delle poche promesse del 2016, finora.

Lawrence Hill
The Illegal
W.W. Norton & Co.
400 pp. 25,30 €

Storia incredibile del maratoneta più forte mai esistito. Profugo africano costretto alla fuga e all’anonimato. E a non correre mai e a non vincere niente.

Rob Roberge
Liar
Crown
272 pp. 24,36 €

All’autore viene diagnosticata una perdita progressiva della memoria. Registra i ricordi a cui riesce ad aggrapparsi. Nemmeno lui sa dire quanto ci sia di vero.

Elizabeth Strout
My Name is Lucy Barton Penguin Random House
208 pp. 19,67 €

Dopo Olive Kitteridge, un’altra biopsia dell’anima, invasiva e infallibile. Tutti gli errori di una vita. Dal corpo al pensiero, spietatamente.

Dawn Tripp
Georgia
Random House
336 pp. 26,23 €

Storia romanzata di Georgia O’Keeffe, tra l’amore per Alfred Stieglitz e la passione per l’arte. «Questa non è una storia d’amore», dice attraverso Tripp.

John Wray
The Lost Time Accidents
Farrar, Straus and Giroux
512 pp. 25,30 €

Dalla teoria della relatività di Einstein ai campi di concentramento, dal pulp al paradiso del modernariato. Tra l’inquietante e l’inquieto.

Chiudi