Explicit / Fiction

Due reduci nel Queens

IL 78 09.03.2016

Una sporca storia d'amore. L'atteso romanzo d'esordio di Atticus Lish, “Preparativi per la prossima vita” (Rizzoli)

La vicenda di Zou Lei si schianta contro il muro di vapore oleoso delle cucine di un ristorante cinese di Flushing, Queens, New York, ma incomincia secoli prima: dalle alture del Nord-Ovest della Cina, dai soldati Uiguri a cavallo sempre impegnati a combattere qualche guerra di cui nessuno nei villaggi sa niente, dalle radici mongole dei suoi progenitori che, costruendole la storia addosso, l’hanno condannata a finire dove è finita. Flushing, Queens, New York. Niente documenti, poca dimestichezza con la lingua, nessuna prospettiva.

Quella che racconta Atticus Lish nel suo romanzo d’esordio, Preparativi per la prossima vita (Rizzoli), è una storia americana contemporanea e, come tutte le storie americane, parla di immigrazione e difficoltà, speranze tradite e altre speranze, più esili, amaramente soddisfatte. Patatine fritte e strade dense di vite trascurabili, lontane come le guerre degli Uiguri. Una storia d’amore, in fondo. «La più bella e meno sentimentale storia d’amore degli ultimi dieci anni», come l’ha definita Dwight Garner sul New York Times.

In libreria dal 10 marzo

Traduzione di Alberto Cristofori
560 pagine, 20 euro (Rizzoli)

Zou Lei si spiaccica sul suo destino – che passa per la prigione e per lo smercio di dvd illegali a Chinatown – e si incastra a quello di Skinner, reduce di tre turni in Iraq che formano la sua personale patria dalla quale emigrare. Tagliato con l’accetta, tatuato, ferito, mentalmente instabile e depresso. L’ultimo della serie degli anti-eroi che popolano la narrativa statunitense contemporanea. Il migliore fino a ora, rintanato in un appartamento decadente, su un materasso logoro macchiato di liquami indicibili, circondato da cartoni di pizze antiche almeno quanto la famiglia di Zou Lei – “Zooey” nella traslitterazione di Skinner – e riviste pornografiche.

Le due vite presenti si incrociano e si schiantano l’una contro l’altra mentre lui va alla ricerca di un massaggio erotico e lei scappa dall’ennesimo compromesso appiccicoso e puzzolente. La vita futura è fatta di allenamenti massacranti e una conoscenza reciproca dolorosa e assolvente, quasi anestetica per le rispettive ferite. Preparativi per la prossima vita è una scheggia luccicante conficcata nel cuore della narrativa americana contemporanea. Trascende la necessità per dipingere un angolo buio della realtà, quella grossa e scomoda realtà che nessuno per molto tempo se l’è sentita di esplorare. Oltre le vite per bene, attraverso le vite sprecate, proiettata su un futuro in dissoluzione e una prossima vita che non promette niente di buono. 

Chiudi