È la giornata del voto per Hillary e, soprattutto, di Bill. Ma anche di molte star, da Meryl Streep ad Alicia Keys

Dopo la tumultuosa prima giornata, con le proteste e poi il bellissimo discorso di Michelle Obama, seguito da quello di Bernie Sanders, il Day 2 della convention democratica di Philadelphia è il gran giorno di Bill Clinton. Quattro anni fa, alla seconda convention di Barack Obama, fece il discorso più entusiasmante della settimana e i giornali di questa mattina si chiedono se sarà in grado di ripetere quell’exploit, più per una questione statistica, fa sempre grandi discorsi nei momenti importanti, che per sfiducia nei confronti del quarantaduesimo presidente americano.

Ma il Day 2 è il giorno delle operazioni formali per nominare Hillary alle elezioni di novembre. L’attenzione, di nuovo, sarà rivolta ai delegati di Bernie Sanders: continueranno a protestare? Boicotteranno Hillary, nonostante il senatore del Vermont ieri sera abbia ribadito l’importanza di eleggere Hillary e sconfiggere Trump?

Sarà anche una giornata ricca di star, quelle che non si sono viste alla Convention di Donald Trump a Cleveland: Meryl Streep introdurrà un cortometraggio su Bill Clinton, Alica Keys chiuderà la serata e, in mezzo, ci saranno Lena Dunham, assieme all’attrice America Ferrera (Ugly Betty), Elizabeth Banks, l’attrice Debra Messing (Will and Grace) e l’attore Tony Goldwin che interpreta il presidente Fitzgerald Grant nella serie televisiva Grant (chissà se nel giorno di Bill e Hillary sia una grande idea presentare il protagonista fedifrago di una serie tv sulla corruzione e gli scandali della Casa Bianca, peraltro sposato con una First lady tradita e cinica che poi diventa senatore e si candida alla presidenza).

Il tema della giornata, dicono i democratici, è quello di spiegare bene la scelta che dovrà compiere a novembre l’elettorato americano, tra chi vuole costruire muri e chi ha una visione ottimista e unitaria del ruolo che ciascun cittadino ha nel progetto di costruire il futuro del paese. Si comincia alle 4 del pomeriggio, ore 22 in Italia, con le invocazioni, le preghiere e l’inno. Parleranno il senatore Tom Harkin, il governatore della Virginia Terry McAuliffe, Nancy Pelosi, il senatore di New York Chuck Schumer, un video messaggio dell’ex presidente Jimmy Carter, la possibile prossima presidente del Partito Donna Brazile, l’ex Attorney General di Obama Eric Holder, la senatrice della California Barbara Boxer, l’ex governatore del Vermont Howard Dean (il Bernie Sanders del 2003-2004), la senatrice Amy Klobuchar, l’ex segretario di Stato Madeleine Albright.

Dalle 10 alle 11, ora di Philadelphia, Bill Clinton, Meryl Streep e
Alicia Keys.

Chiudi