Da venerdì 16 a domenica 18 settembre. La quarta edizione è dedicata al tema “Raccontami un giornale”: com’è, come sarà, come sarebbe bello che fosse

Narra la leggenda che un Filippo Sensi non ancora portavoce di Renzi si era esibito, sul molo Sirio, in una versione unplugged di alcuni brani di Bruce Springsteen insieme a Omar Pedrini. Succede anche questo a Spotorno Subito, il premio internazionale nuovo giornalismo che si svolgerà nella cittadina ligure da venerdì 16 a domenica 18 settembre. La quarta edizione è dedicata al tema “Raccontami un giornale”: com’è, come sarà, come sarebbe bello che fosse.

Quest’anno il premio è stato vinto da Mattia Feltri, inviato della Stampa, e Francesco Costa, vicedirettore del Post e autore della newsletter “Da Costa a Costa” sulle elezioni americane.

Il programma della manifestazione prevede ted, dibattiti, rassegne stampa e concerti: si parte venerdì con un evento organizzato in collaborazione con Google e dedicato al giornalismo immersivo grazie all’uso dei visori Google cardboard e con un incontro dedicato al giornalismo di viaggio.

Sabato la giornata si aprirà con una partita di calcetto tra giornalisti e una rappresentativa di Spotorno e proseguirà con i ted talk a cura di Silvia Grilli, direttore di Grazia; Tommaso Cerno, direttore de L’Espresso; Francesco Costa, vicedirettore del Post, collaboratore di IL Magazine e Roma Radio; Carlotta Scozzari de Il Messaggero; Rolla Scolari direttore di Oasis e collaboratrice de La Stampa, Ferdinando Giugliano, editorialista de La Repubblica e Pietro Masturzo, vincitore World Press Photo of the Year 2010.

A sinistra Mattia Feltri, sopra Francesco Costa

Il programma prevede anche un appuntamento dedicato al brand journalism con Marco Alfieri, content strategy & newsroom manager di Eni e Daniele Chieffi, social media management & digital pr manager di Eni, in cui si parlerà di come possono convivere giornalismo e comunicazione social all’interno di un’azienda; un incontro sulla cronaca dai luoghi terremotati, con Mattia Feltri della Stampa e Annalena Benini del Foglio e un dibattito moderato dal direttore di IL Magazine Christian Rocca sulle “e-lezioni americane” con Gianni Riotta, presidente della giuria del premio Spotorno Subito, e Maurizio Molinari, direttore della Stampa.

Sabato sera si farà un viaggio nel tempo con l’autore tv Francesco Caldarola e il conduttore di Radio 24 Giuseppe Cruciani che racconteranno “Il Giornalismo e la politica nella storia della tv: da Bontà loro al confronto di Sky”.

L’ultimo giorno è dedicato alla rassegna stampa condotta da Luca Sofri, direttore del Post, e da Christian Rocca, direttore di IL Magazine. Parteciperà anche Alessandra Sardoni, conduttrice del Tg di LA7. A seguire, il vicecapo redattore del Sole 24 Ore Fabio Carducci, condividerà un ricordo di Fabrizio Forquet, vice direttore de Il Sole 24 Ore e giurato di Spotorno Subito, scomparso prematuramente quest’anno.

La colonna sonora di Spotorno Subito quest’anno sarà affidata a Matteo Terzi (in arte “Soltanto”) e Mattia Barro L’Orso, che si esibiranno venerdì e sabato sera.

Le previsioni meteo sono buone: portate il costume per l’ultimo bagno dell’estate.

 

Il premio Spotorno Subito è curato da Daniele Bellasio, caporedattore centrale e responsabile web del Sole 24 Ore, Samanta Chiodini, autrice televisiva, ed Emma Lanfranchi, copywriter.
Il premio ha il sostegno di Eni, Generali, Google e Sky ed è accreditato come Ente di formazione continua dall’Ordine dei giornalisti. I media partner sono IL Magazine e Radio Onda Ligure 101.

Chiudi