Yolo / Arte

Viaggio in Italia a portata di bancario

28.03.2017

Jonathan Monk (1969), “The collectors’ leftovers”, 2003 (Bicocca)

Più di 600 opere esposte tra corridoi, uffici e spazi comuni; come una galleria d’arte contemporanea insolita, diffusa tra le sedi di Milano e Roma. La collezione italiana di Deutsche Bank compie dieci anni. E festeggia con un volume-catalogo edito da Skira

È un viaggio in Italia che si dipana attraverso corridoi, sale riunioni, uffici e spazi comuni; una galleria d’arte contemporanea diffusa, dedicata a chi ogni giorno in quei luoghi si arrovella intorno a indici e tassi d’interesse, allestita nella convinzione che lo stimolo della (e alla) bellezza sia vitale e prezioso sempre, a maggior ragione nelle sedi di una grande banca.

Vincenzo Castella (1952), “#02 Milano 2012”, 2012 (Turati)

Luca Vitone (1964), “Mare Nostrum”, 2004-2007 (Bicocca)

Fotografie di Luigi Ghirri e Vincenzo Castella (Turati)

La sezione italiana di Deutsche Bank Collection è stata inaugurata nel 2007, a Milano, in concomitanza con l’apertura del nuovo quartier generale dell’istituto tedesco, il complesso progettato da Valle Architetti Associati nel cuore del riqualificato quartiere Bicocca. «Ci era stato chiesto di elaborare un programma artistico che potesse ispirare i dipendenti, i clienti e gli ospiti, stimolando il dibattito e conferendo all’edificio un carattere inconfondibile», ricordano Friedhelm Hutte e Claudia Schicktanz, rispettivamente Global head e Senior curator della collezione. «Sviluppammo così un concept che sotto il titolo di “Immagini d’Italia” riuniva artisti della scena italiana e internazionale in grado di rappresentare con le loro opere la complessità dello scenario artistico e culturale, ma anche di proporre prospettive divergenti sui temi politici e sociali attuali».

Patrick Tuttofuoco (1974), “X-Flag”, 2007, Installazione con luci al neon

Il biglietto da visita di questo articolato progetto espositivo è sospeso nell’ingresso principale dell’headquarter alla Bicocca, proprio sulle teste di chi accede all’edificio: è X-Flag, scultura in neon che si accende a intermittenza di rosso e bianco firmata Patrick Tuttofuoco. Ci sono altri lavori eseguiti su commissione: l’angolo tropicale allestito nel cortile da Roberta Silva (Piccola giungla concreta – Tesoro), il fotomurale di un gruppo canoro realizzato da Lara Favaretto (Una delle tante), le nove panchine in legno e vernice fosforescente di Alberto Garutti (Cosa succede nelle stanze quando gli uomini se ne vanno?), l’installazione di onde marine e cartoline concepita da Luca Vitone (Mare Nostrum).

Accanto a questo nucleo di lavori site-specific, le opere acquisite ed esposte alla Bicocca disegnano un articolato panorama dell’espressione artistica italiana contemporanea, intrecciando la produzione di generazioni diverse: Gabriele Basilico e Domenico Mangano, Lucio Fontana e Moira Ricci, Mario Mertz e Lorenzo Scotto di Luzio – solo per citare alcuni dei nomi inseriti nel progetto.

Le panchine di Alberto Garutti (1948)

Gli acquerelli di Ina Weber (1964)

Giovanni Chiaramonte (1948), “Dittico di Porta Maggiore”, 2014 (Roma)

In questo decennio, dal 2007 in poi, la collezione si è arricchita e ha esteso i propri confini, espandendosi negli altri luoghi di rappresentanza della banca sorti nel nostro Paese: nel 2012, con l’apertura di un’ulteriore sede a Milano in quello che è comunemente conosciuto come “Palazzo Campari”, in via Turati 25, dove sono ospitate oltre 100 opere; nel 2013, negli uffici di Roma in piazza Santi Apostoli, dove sono state acquistate le immagini di grandi fotografi italiani dedicati alla Capitale. Oggi le tre collezioni (segmento di una dei patrimoni corporate più importanti del mondo, con più di 60 mila lavori esposti in 900 sedi sparse nei continenti) contano insieme oltre 600 opere; un viaggio in Italia lungo un decennio raccontato, ora, in un catalogo fresco di stampa: Images of Italy, volume edito da Skira, da cui sono tratte le immagini pubblicate in questa pagina.

Images of Italy

Catalogo della Deutsche Bank Collection
(230 illustrazioni a colori, 184 pagine, editore Skira)
Chiudi