Con “Australian Red Court” il mitico marchio del canguro fa contemporaneamente un salto all'indietro e tre in avanti

Lo storico marchio italiano di sportswear – che dal 1956 è tra i principali player sulla scena del tennis e sponsor tecnico di giocatori e tornei di fama internazionale – continua nell’esplorazione lanciando la linea Australian Red Court: capi iconici dal gusto vintage, reinterpretati in chiave contemporanea e mixati a citazioni street style.

Dal concetto di nuovo inteso come reinvenzione nasce Australian Red Court: caratterizzata dalla forte inspirazione heritage, le polo con dettagli a contrasto hanno vestibilità che ricordano quelle del tennis vintage se in piquè, mentre quelle in maglia e in jersey scelgono fit più contemporanei.

L’utilizzo della riga è ampio e non casuale, sia nel colour blocking in stampa all over che nei profili, immancabili – tra gli altri – sulla maglieria con scollo a V, riedizione di uno dei più grandi cult dentro e fuori dal campo.

La riga torna, ma in verticale, in versione banda su tutta la lunghezza laterale dei joggers, che conservano il comfort dei classici tessuti sportivi ma si arricchiscono di tagli e finiture tipici del pantalone maschile. Anche la palette su cui si sviluppa la collezione è volutamente ispirata ai classici del tennis: verde, giallo, grigio melange, bianco latte, azzurro polvere, nero, rosso mattone e blu.

Chiudi