Design

Un caffè bello e buono. Da museo

IL 105 12.11.2018

9090 Caffettiera espresso in acciaio inossidabile 18/10 lucido disegnata da Richard Sapper nel 1979. Disponibile nelle versioni da 1, 3, 6 e 10 tazze. Fondo in acciaio magnetico adatto anche alla cottura a induzione

Funzionale, innovativa, dal design senza tempo. Creata da Richard Sapper nel 1979 ed esposta al MoMA di New York, la 9090 di Alessi merita ancora di essere portata direttamente a tavola

«Visionaria, innovativa, unica. L’ideale stesso del nostro tipo di ricerca, che guarda a un design silenzioso e minimalista». Alberto Brogliato e Federico Traverso ne parlano quasi con reverenza: la 9090 è la prima caffettiera espresso della storia di Alessi, ed è valsa al brand il primo Compasso d’Oro (nel 1979), oltre a essere stata esposta alla Permanent Design Collection del MoMA di New York. Sin da subito amatissima dal pubblico, poteva persino essere portata direttamente in tavola per servire il caffè. «La sua linea è estremamente riconoscibile, ma non è frutto di alcun vezzo stilistico. Al contrario, è dettata esclusivamente dalla funzionalità dell’oggetto stesso. La semplicità con la quale il meccanismo permette di aprire la caffettiera con il semplice gesto di una mano, poi, è la parte magica di quest’icona del design».

Fonte d’ispirazione nelle forme tanto quanto nell’approccio: «Ci dimostra come l’osservazione e lo studio degli oggetti che ci circondano nella quotidianità può divenire spunto per quelle migliorìe che rendono più piacevole o comodo il loro stesso utilizzo». Nella sua volontà di non appartenere a un’epoca o a un contesto specifico, ma di comunicare sempre una certa modernità stilistica, la 9090 s’allinea a progetti di Brogliato e Traverso concettualmente e concretamente trasversali, come Senzatempo, l’orologio da tavolo di Calligaris Code, oppure la water bottle Feel di Fratelli Guzzini. «La 9090 riassume perfettamente il nostro pensiero: il vero design è intelligenza visibile».

Laureati allo I.U.A.V. di Venezia, FEDERICO TRAVERSO (1978) e ALBERTO BROGLIATO (1981) fondano nel 2012 lo studio BrogliatoTraverso; nello stesso anno, il primo progetto realizzato in coppia: un orologio per Diamantini&Domeniconi. Oggi lavorano con Fratelli Guzzini, Infiniti, Il Fanale/Torremato; collaborazioni che sono valse numerosi premi internazionali, fra cui il Red Dot Design Award, il German Design Award, l’iF Design Award e il Good Design Award. Tra gli ultimi progetti con Cappellini, la sedia Newood, reinterpretazione contemporanea delle sedie in stile Windsor
Chiudi