Appendice

Camminate di carta

25.02.2019

Un ragazzo a passeggio (per non parlar dei quattro cani): fantasticherie, riflessioni, racconti. E una sorpresa finale

La passeggiata letteraria di uno scrittore-camminatore è un genere narrativo laterale eppure antico, che ha il suo santo patrono in Robert Walser. Qui, nel libro di esordio di Stefano Coropulis, le passeggiate sono per la verità “passeggiatine”, percorsi brevi e ricorrenti, rapidi giri dell’isolato, percorsi obbligati sull’asfalto di una città ora cotta dal sole ora punta dal gelo: una corvée da ripetersi tre volte al giorno per portare fuori quattro cani. Passeggia il giovane protagonista, passeggiano le sue bestiole e passeggia, come dice il titolo del libro, anche l’anima. Il ragazzo cammina e si interroga sulla sua vita, sulla sua famiglia, sullo scorrere del tempo, sull’amore, sulle indecisioni della sua età, sulla sensazione di essere sperduti davanti al presente e al futuro («La prossima volta che incontro qualcuno che mi chiede di presentarmi, risponderò “piacere, una distesa di sabbia”»), sulla difficoltà di prendere decisioni («Se al mondo esistono gli impulsivi e i riflessivi, io appartengo a una categoria separata, quella degli impulsivamente riflessivi»).

Di passeggiatina in passeggiatina, il peso delle domande esistenziali e l’annodarsi dei pensieri sono bilanciati dalla leggerezza della divagazione, della fantasticheria, del ghirigoro innescato da un incontro, da un dettaglio, da un volto che trascorre per pochi istanti davanti agli occhi del ragazzo che porta a spasso i cani, in una galleria di figure destinate a una subitanea evanescenza che gli fa andare la mente a Fabrizio De André («Immagini care per qualche istante / Sarete presto una folla distante / Scavalcate da un ricordo più vicino»). Durante alcune passeggiatine, però, un suono o un’immagine evocano qualcosa di più concreto e l’appiglio visivo o acustico si gonfia in un vero racconto. Poi, nel finale, intorno al libro si forma una cornice a sorpresa, che inquadra tutte le pagine precedenti sotto una nuova luce.

Stefano Coropulis

Le passeggiatine dell’anima

Nuova Palomar, 2019
130 pagine, 14,50 euro
Chiudi