PREVIEW

Che cosa c’è su #IL109

IL 109 21.02.2019

Il triplete dedicato al cinema (reportage da Cinecittà, gli Oscar e un'intervista esclusiva a Robert De Niro); l'inchiesta sui porti; il viaggio d'autore nelle palestre della boxe; lo speciale dedicato a Primo Levi e alla Tavola periodica. In edicola venerdì 22 febbraio

Domenica 24 ci sarà la notte degli Oscar e il nuovo numero di IL, in edicola con Il Sole 24 Ore venerdì 22 febbraio, si prepara al tappeto rosso dedicando tre servizi al cinema. Il primo, è un reportage dagli studios italiani: Cinecittà. Rappresentazione di un bizzarro sogno di decadenza e progresso, la cittadella romano dello spettacolo vive la vigilia di un vasto piano di rilancio, indispensabile per attrarre le grandi produzioni delle serie tv. Come Il nome della rosa, girata proprio qui, a marzo sul piccolo schermo. Il secondo servizio è un’intervista esclusiva a Robert De Niro: per il grande attore, ogni occasione è buona per schierarsi e sparare a zero contro il capo della Casa Bianca. E così è stato anche al Festival del cinema di Marrakech, dove l’abbiamo incontrato. Ci ha raccontato dei tre film in uscita nel 2019 e della necessità, in politica, di guardare avanti: inutile continuare a occuparsi dell’«imbroglione». Ce la farà? Infine: quanto vale davvero il premio più famoso al mondo? Vincere la celebre statuetta è un vero affare. Non tanto per l’oggetto in sé (placcato d’oro, non arriva ai trecento dollari), quanto per la cosiddetta “bankability”, ovvero la capacità di garantire incassi e compensi futuri a chi la riceve. E i conti cominciano dal red carpet.

Lo storia di copertina di IL numero 110 è dedicata agli sport di combattimento, e in particolare alla boxe. Lo scrittore Gianni Biondillo e il fotografo Diego Mayon hanno realizzato un viaggio d’autore nelle palestre dove si coltiva ancora la “nobile arte”. Tra autocontrollo del corpo e della mente, voglia di riscatto e maestri che, oltre a tirare colpi sul ring, insegnano ad attutire quelli della vita.

Si parla poi di infrastrutture, e precisamente di scali marini. Da noi la parola “porto” è ormai evocata soltanto in riferimento ai migranti e alle chiusure del governo, ma i grandi moli vincono la sfida con il futuro aprendosi. Viaggio lungo le banchine più importanti del nostro Paese (Trieste) e d’Europa (Rotterdam). A proposito di Italia: la Cina investe molto negli scali mediterranei e mostra interesse anche per quelli della Penisola, sia sull’Adriatico sia sul Tirreno. Uno dei fattori fondamentali dello spostamento verso Sud delle rotte commerciali tra l’Europa e l’Estremo Oriente è stato l’allargamento del canale di Suez. Ma per sfruttare al meglio i flussi dobbiamo potenziare le nostre infrastrutture.

Nel 2019 si celebrano i 150 anni della Tavola periodica di Dmitrij Mendeleev e il centenario della nascita di Primo Levi, scrittore, ma anche chimico, autore del magistrale Il sistema periodico. Per celebrare il doppio anniversario, abbiamo chiesto a quattro scrittori, tutti provvisti di una formazione scientifica, un racconto “ispirato” a uno degli ultimi elementi accolti nella Tavola: nihonio, moscovio, tennesso e oganesso. In più, due guest star che uniscono scienza e scrittura, John D. Barrow e Marco Malvaldi, ci raccontano i loro rapporti con il geniale chimico russo e con il grande autore italiano

Il reportage di moda del mese è stato scattato alla Terrazza Martini, tra i simboli del panorama milanese; lo spazio auto è dedicato a Porsche; la sezione Viaggi parla dell’Avana. Secoli di stratificazione sociale, culturale e architettonica hanno trasformato la capitale dell’isola in un caleidoscopio di stili. Nel 2019 la città festeggia 500 anni, e per l’occasione si è rifatta il trucco: 16mila edifici rigenerati, decine di luoghi storici riaperti al pubblico e in fase di restauro.

Buona lettura.

La copertina di IL109

foto di Diego Mayon

Chiudi