Elezioni Europee 2019

Countdown Elezioni Europee 2019

15.05.2019

DIEGO MAYON

Verso il voto del 26 maggio: dal rinnovo del Parlamento alla generazione Erasmus. In tempi di sovranismi e Brexit, è una buona occasione per riflettere sul senso di quell’insieme di Paesi e di valori che continuiamo a chiamare Europa

Che cos’è l’Europa? Come influenza il nostro modo di vivere e le nostre abitudini? Come ci definisce? Le elezioni che ci chiamano alle urne per eleggere i membri del Parlamento Europeo sono una buona occasione per porsi queste domande. Soprattutto in tempi di venti sovranisti e di Brexit come quelli che stiamo vivendo.

SPECIALE COUNTDOWN
Da oggi a domenica 26 maggio, il giorno in cui si voterà in Italia (dalle 7 alle 23), IL inaugura un countdown pubblicando ogni giorno sul sito un nuovo pezzo. Per tentare di rispondere a queste domande. Ma soprattutto per raccontare le varie realtà che insieme compongono quella più grande dell’Unione Europa: il design, l’ambiente, la letteratura, il commercio, lo sport, i giovani.

L’EUROPA CHE HA MENO DI 30 ANNI
Iniziamo dagli italiani della generazione Erasmus: i figli di quell’identità europea linguistica e sessuale, secondo la storica definizione di Umberto Eco, che ha creato coppie bilingui, gruppi di amici poliglotti e studenti o lavoratori globali. Il progetto Erasmus compie 32 anni, l’Europa 62 e il voto del 26 maggio è forse uno dei momenti più critici e di rimessa in discussione dei principi dei Trattati di Roma. Ogni giorno su IL daremo voce a chi ha appena compiuto 18 anni e vota per la prima volta, a chi vota per l’Italia dalla Spagna, dalla Germania, dal Lussemburgo diventati sede di lavoro e nuova residenza, a chi è nato e cresciuto europeo e senza dogane e frontiere.

Chiudi