Agenda

La guida definitiva alla Bologna che ci piace

24.10.2019

Locali ed enti culturali, luoghi d'incontro e concept store. Ma anche il Mercato delle Erbe, Casa Dalla e un fondamentale negozio di dischi. Il 25 e 26 ottobre, la musica elettronica internazionale farà base nel capoluogo emiliano per la undicesima edizione di roBOt Festival. E questa è la lista dei posti imperdibili in città che lo staff della rassegna ha stilato per noi, pensando a voi. Salvatela sul telefonino e partite

DISCO D’ORO

Il paradiso per i collezionisti di vinili e più in generale per coloro amano la musica. Questo negozio di dischi aperto nella sua sede attuale dal 1981, ma attivo dal ‘76, è un punto di riferimento e allo stesso tempo un osservatorio del continuo evolversi del mercato musicale (dal punk rock bolognese fino a Calcutta). Un luogo speciale, in cui perdendosi tra le nuove uscite e le occasioni, si può trovare praticamente ogni disco.


Via Galliera 23
discodoro.it

LA FERRAMENTA

Un concept store nel centro più brulicante della città, tra via Indipendenza e la famigerata zona universitaria. Una boutique dove streetwear e classico si fondono e si ibridano, un po’ come nella storia del luogo in cui si trova. Prima era un convento, poi una ferramenta e ora uno shop in cui queste anime restano nell’arredamento. Lo stile e le collezioni dello store sono inusuali per il nostro paese, ma è una tappa necessaria per chi ama distinguersi dalla massa.


Via delle Moline 16
laferramenta.org

MAST

Manifattura di arti, sperimentazione e tecnologia. Si tratta di un grande centro polifunzionale, splendido esempio di trasformazione di un ex-area industriale, che al suo interno comprende, oltre a diversi spazi espositivi, un auditorium da 400 posti, una academy dedicata alla tecnologia, un asilo nido, una palestra, un ristorante e un caffè. Creato dall’imprenditrice Isabella Seragnoli, vuole essere il punto d’incontro tra la creatività tecnologica e quella artistica. Il MAST ospita diverse collezioni, permanenti e temporanee che comprendono opere di Anish Kapoor, Olafur Eliasson, Mark Di Suvero e Arnaldo Pomodoro.


Via Speranza 42
mast.org

FORNO BRISA

La prima Hardcore Bakery italiana. Una panetteria-pizzeria, che mescolando grani e miscele di lieviti per la fermentazione della pasta madre è diventata imbattibile. Un progetto al cui centro vi è la panificazione e il pane come alimento che faccia bene alle persone e al territorio. La qualità degli ingredienti unita all’attitudine punk dei trentadue ragazzi che sfornano quotidianamente croissant, pizze, biscotti e quant’altro, lo rende il luogo ideale per uno spuntino, che tiri su il morale e rinfranchi lo spirito dopo una serata a ROBOT 11.


Via Galliera 34D, via Castiglione 43, via San Felice 91
fornobrisa.it

MERCATO DELLE ERBE

Progettato nel 1910, per ospitare le “treccole”, bancarelle di generi alimentari che si trovavano in Piazza Maggiore, venne ricostruito e riaperto nel 1949 dopo aver subito pesanti bombardamenti, negli ultimi anni è stato ulteriormente rinnovato rilanciandosi come spazio della notte bolognese. Aperto da mattina a sera, è ricco di stands e punti ristoro, che offrono una grande varietà di prodotti ad un buon rapporto qualità prezzo Dal vino, al sushi, passando per caffè, salumi e formaggi è perfetto per un pranzo veloce o un aperitivo con gli amici.


Via Ugo Bassi 25
Mercatodelleerbe.eu

LE SERRE

Immerso nel verde dei Giardini Margherita, si tratta di uno spazio perfetto per rilassarsi con bar e ristorante bio. Una miriade di attività differenti tra workshop, cinema, coworking, eventi e concerti in uno degli spazi più innovativi ed effervescenti della città. Frutto di un progetto di rigenerazione urbana, è da un paio d’anni uno degli spazi più apprezzati dagli studenti bolognesi.


Via Castiglione 134
leserre.kilowatt.bo.it

FONDAZIONE CIRULLI

Si tratta un’istituzione culturale italiana privata attiva in ambito nazionale e internazionale. il suo obiettivo è la valorizzazione dell’arte e della cultura visiva italiana del XX secolo dalla nascita della modernità fino agli anni del boom economico (1900-1970). Oltre alla collezione permanente, organizza mostre e ospita opere da tutto il mondo. Fuori dal centro storico, è davvero uno dei luoghi che vale la pena visitare se si è appassionati di design e avanguardie artistiche.


Via Emilia 275
fondazionecirulli.org

CASA DALLA

La mecca per gli amanti del celeberrimo cantautore bolognese, ma anche un luogo importantissimo per la musica e la cultura pop italiana. La casa in Via D’Azeglio, in cui ha vissuto e lavorato il Lucio autore, attore e regista, appassionato di pittura e scultura, cinema, teatro, fotografia e poesia. Un’esperienza che permette davvero di avvicinarsi alla figura del grande Lucio Dalla, camminando attraverso le eclettiche stanze della sua residenza.


Piazza dei Celestini
fondazioneluciodalla.it

CINETECA DI BOLOGNA

Un’istituzione del capoluogo emiliano. Da qui passa e vive la grande magia del cinema, tra il grande cinema ritrovato, riportando i vecchi film allo splendore di un tempo e le nuove uscite proiettate in lingua originale e ancora su pellicola. Vale la pena passare dal Lumiére per gustare un buon film, quasi a qualsiasi ora.


Via Riva di Reno 72
cinetecadibologna.it

OSTERIA DEL CAPPELLO

C’è sempre tempo per una tagliatella al ragù, un tortellino o una cotoletta. Questa storica osteria bolognese è uno dei tanti templi del buon cibo in città. Nel menù gustosi piatti della tradizione, pasta fresca fatta in casa e vino rigorosamente del territorio. Un luogo in cui passare se si vuole avere un’esperienza bolognese autentica.


Via de’ Fusari 9
osteriadelcappello.com

CAMERA A SUD

Nascosto, nel cuore dell’antico ghetto ebraico, c’è il bar/enoteca perfetto in cui rilassarsi, mangiando anche qualcosa. Libri, dischi e gente simpatica seduta su comodi divani vintage. Ideale per un aperitivo o per il caffè della domenica pomeriggio con gli amici.


Via Valdonica 5
cameraasud.net

NERO FACTORY

Ottima selezione musicale e ottimo cocktail bar. Un luogo che pare oscuro ma che in realtà è confortevole e accogliente, in una delle viuzze più suggestive del centro storico. Un luogo in cui assaggiare e scoprire sapori che difficilmente troverete da altre parti all’ombra delle due torri, grazie al lavoro svolto dai baristi nel bancone di una antica farmacia del 1934.


Vicolo Broglio 1/F
nerofactory.net

BREXIT

Il gestore di questo circolo in una recente intervista ha affermato di vendere sogni. In un certo senso è vero, essendo un bellissimo luogo di incontro. Frequentato da professionisti, musicisti, studenti, architetti, fotografi, registi, occupanti, professori e artisti è uno degli spazi più eclettici in città, sia per le attività che propone sia per l’arredamento. Allestito all’insegna del riciclo e del riuso sulle ceneri di una storica sartoria artigianale ora è una bottega quasi magica. Aperto solo dopo le 18.


Str. Maggiore 58
arcibologna.it

GUERO

Situato nel pieno centro di Bologna, in una traversa tra Via Indipendenza e via Oberdan è dotato di un’ampia selezione di distillati e specializzato nella miscelazione, la carta dei cocktail è consistente, varia dai classici e internazionali alle ricette originali con prodotti homemade, create dei due fondatori.
Il tutto accompagnato dalle portate di ispirazione internazionale dello chef Patricio Hurtado, in un menù che propone una selezione di tacos, snacks e sandwiches pensati come partner ideali dei drink della casa. Aperto anche la domenica, magari per brunch rinforzante post-festival.


Via Goito 9/2°
guero.it

ANTICA AGUZZERIA DEL CAVALLO

Fondata nel 1783, dicono sia la bottega più antica di Bologna. Maestri nell’arte dell’affilatura delle lame e negozio di utensili da cucina, caccia e pesca. Un luogo storico visti gli arredi originali, in grado di riportarvi ad altri tempi. La grande vetrina e l’insegna originale testimoniano la lunga tradizione commerciale e familiare. Il suo nome deriva dall’antica presenza di un ronzino che azionava un sistema di mole per affilare spade e coltelli.


Via Drapperie 12/b
aguzzeriadelcavallo.it
Chiudi