Journal

Ci vuole Sprint per festeggiare 110 anni

12.03.2020

La Giulia GTA di Alfa Romeo

Per celebrare l'anniversario della fondazione, Alfa Romeo fa “risorgere” una delle leggende dell’automobilismo: la Giulia GTA, «una supercar da utilizzare tutti i giorni»

Il 24 giugno, Alfa Romeo spegnerà 110 candeline. Per celebrare questo importante traguardo il marchio ha deciso di tornare alle origini presentando un nuovo modello che si ispira tecnicamente e concettualmente alla Giulia Sprint GTA del 1965, la “Gran Turismo Alleggerita” che collezionò successi sportivi in tutto il mondo. Tre “Challenge Europeo Marche” consecutivi, decine di campionati nazionali e centinaia di gare singole in ogni parte del mondo, hanno reso la Giulia Sprint un simbolo automobilistico; “una vittoria al giorno con la macchina di tutti i giorni”, recitava lo slogan del tempo.

L’odierna Giulia GTA deriva da Giulia Quadrifoglio ed è equipaggiata con una versione potenziata del motore Alfa Romeo 2.9 V6 Bi-Turbo da 540 C. La carrozzeria allargata, con le vistose appendici aerodinamiche, omaggia la tradizione sportiva del Biscione, esaltata dal grande spoiler posteriore che è come una dichiarazione di intenti. Il risultato generale è, come dicono dalla casa madre, «una supercar da utilizzare tutti i giorni».

Estremamente accurato il lavoro sulla leggerezza, che è stata portata all’estremo: la riduzione del peso ammonta a circa 100 chilogrammi grazie all’adozione di materiali leggeri, come ad esempio la fibra di carbonio per l’albero di trasmissione, il cofano, il tetto, il paraurti anteriore, i passaruota anteriori e gli inserti passaruota posteriori. Non manca l’alluminio (che già nel 1965 aveva reso l’auto più leggera) per motore, porte e sistemi di sospensione e materiali compositi diversi per molti altri componenti.

Se la Giulia GTA è omologata per 4 persone e ha spoiler e splitter ottimizzati per un uso quotidiano, la variante GTAm, è più “estrema”: due posti secchi, roll bar, sedili sportivi specifici con monoscocca in carbonio e cinture a 6 punti Sabelt, finestre laterali e cruscotto posteriore in resina Lexan.

La versione più “estrema”: la Giulia GTAm

Alfa Romeo raccoglierà da subito le manifestazioni di interesse su Giulia GTA e GTAm, disponibili in soli 500 esemplari certificati e numerati. Gli acquirenti sperimenteranno una customer experience esclusiva: il processo di vendita sarà personalizzato con un “ambasciatore” del marchio che seguirà ogni cliente dalla fase dell’ordine fino al momento di girare le chiavi nel cruscotto e partire. I 500 che si metteranno al volante della nuova Giulia riceveranno inoltre un casco Bell in livrea speciale GTA, abbigliamento racing completo Alpinestars (tuta, guanti e scarpe) e un telo coprivettura Goodwool personalizzato, per proteggere a dovere il loro “fulmine”.

Chiudi