Moda

Regole per prendersi cura del proprio guardaroba

29.03.2020

Una collezione realizzata all'ottanta per cento con fonti rinnovabili, sette consigli dedicati ai consumatori, obiettivi di grande attenzione per la tutela dell'ambiente. Il brand GANT tra moda, economia e sostenibilità

Le nuove collezioni del marchio di moda GANT saranno ricavate per l’80 per cento da fonti sostenibili, e per sensibilizzare i consumatori a prendersi cura dei loro indumenti preferiti, il brand ha presentato l’iniziativa The 7 Rules by GANT. Perché, con le dovute attenzioni, una camicia ben fatta può durare anche vent’anni. Sette le regole da seguire per la salvaguardia del proprio guardaroba: Rinfrescare, Riparare, Riusare, Affittare, Ridare, Rifare e Riciclare. Una guida, insomma, per dare il proprio contributo alla circular fashion.

GANT ha stabilito quelli che saranno i suoi obiettivi di sostenibilità da qui ai prossimi dieci anni: il cotone sarà ricavato al 100 per cento da fonti sostenibili; riduzione del 50 per cento del consumo idrico in produzione; le principali materie prime di GANT saranno ottenute al 100 per cento da fonti sostenibili; riduzione del 30 per cento della climate footprint in tutti i suoi stabilimenti. «Le opportunità per produrre abiti più sostenibili non sono mai state più accessibili e necessarie», sostiene Jessica Cederberg Wodmar, Global Sustainability Director del brand. «GANT ha da sempre avuto un occhio di riguardo per qualità e longevità. Stiamo utilizzando sempre più materiali ottenuti in maniera sostenibile per accelerare una trasformazione necessaria. È vero, è un’impresa difficile, ma non è impossibile. L’obiettivo è quello di lavorare contemporaneamente con l’industria e i consumatori, continuando a compiere scelte etiche e facendosi promotori del cambiamento».

Chiudi